Cerca le Santissime Risposte

martedì 3 ottobre 2017

Acqua benedetta, clisteri e costipazione cristiana

« 
Cari fratelli in Cristo che così bene spiegate a noi meno dotti i misteri della Fede, il mio quesito è questo: soffrendo di ricorrente costipazione e stitichezza, mi succede di non riuscire a defecare anche per dieci giorni di seguito, ma essendo devoto mi reco tutti i giorni a messa dove prendo l'eucarestia. Ho pensato che tenere dentro di me tutto quel corpo di Cristo per così tanti giorni non faccia piacere a Dio quindi ho provato a purgarmi, ma con liquidi adeguati;
mi sono fatto un clistere di acqua benedetta dai buoni frati camaldolesi, purtroppo non ha sortito grandi risultati e ho tentato con qualcosa di più corroborante: l'acqua di Lourdes, ma non potendo recarmi direttamente in quel luogo benedetto ho adoperato l'acqua contenuta in una bottiglietta di plastica a forma di Madonna regalatami anni fa da mia zia. Ho levato il tappo a forma di coroncina, mi sono infilato nel retto la parte iniziale della statuina, e poi ho spremuto bene come fosse una peretta. Il risultato è stato eclatante e la costipazione eliminata in men che non si dica.
Dopo avere introdotto la statuina nello sfintere e strizzata a dovere, una volta rilasciata la pressione, si è creato una specie di effetto Venturi di risucchio che ha riempito la Santa Madre di Cristo di una miscela color palude di acqua di Lourdes e santa merda; io da buon cristiano ho riavvitato la coroncina che funge da tappo e rimesso a posto la statuina (marrone) sul comodino in modo da darmi conforto sia alla sera che al mattino al risveglio.
Quindi tornando al quesito, ho fatto cosa gradita al Signore? Non mi sono macchiato di blasfemia? La Santa Madre di Gesù Cristo non si sarà offesa perché ho infilato l'effige del suo santo volto nel mio ano? L’effetto Venturi offende il Signore?
Devotamente Vostro
Pio Bernardo
»

Fratello in Cristo Pio Bernardo, la tua devozione istintiva a Nostro Signore è degna di encomio! Del face sitting ne abbiamo già parlato in Rimming e face-sitting: leccare il culo come piace al Signore; il face fucking anale da te copulato con la Mammina Celeste presenta evidenti analogie. Abbiamo ricordato in quell'esegesi, che, in ogni caso, tale pratica è benedetta dal Signore se e solo se a essere sottomessa è la donna, come ci ricorda San Paolo nelle sue note lettere ai Corinti e ai Colossesi: (Col 3,18) Voi, donne, state sottomesse all’uomo, come conviene nel Signore; (1Cor 14,34) le donne … stiano invece sottomesse, come dice anche la Legge. La Mammina Celeste è comunque una donna e quindi, secondo San Paolo, l'importante è che sia Lei a essere sottomessa e non tu.
Siccome i risultati provano che il tuo santo clistere ha goduto della benedittanza del Signore, possiamo arguire che tu, per svolgere questa santa pratica, hai evitato di sdraiarti a pancia sotto per poi farti penetrare analmente dalla Madonna e, invece, ti sei sdraiato a pancia in su, hai sollevato le gambe portando i piedi all'altezza della testa per poi infilare la faccia della madre di Cristo strizzandoLa virilmente nel tuo sfintere fino a provocarLe uno squirting benedetto dentro il tuo retto. Vogliamo aggiungere che, se per caso, un po’ di santa merda eucaristica è fuoriuscita sulla bottiglietta durante la penetrazione, tale evento è sicuramente da interpretare come un segno divino: il Signore richiude infatti così il ciclo biologico della Sua esistenza terrena tornando ove le sue spoglie terrestri sono state generate.

D'altra parte le AFC (Farmacie Apostoliche Vaticane) producono oramai da anni microclismi atti allo scopo: ci rimane quindi solo da capire meglio dalle Scritture come mai è stata cosa santa infilarti una madonnina nel culo come fosse un piolo di legno; anche per poter adoperare in futuro il MeriLax nel modo più consono a un buon cristiano; ebbene vediamo che è scritto: (Dt 23,14) Nel tuo equipaggiamento avrai un piolo, con il quale, quando ti accovaccerai fuori, scaverai una buca e poi ricoprirai i tuoi escrementi.
Quale piolo più santo dell’effigie della mammina celeste? Ma perché l’azione abbia effetto, il sacro piolo potrà essere infilato nel tuo ano solo all’aperto e se avrai preventivamente scavato una buca ove seppellire i tuoi escrementi.
Nostro Signore ci dona però ulteriori indicazioni: (Ml 2,3) Ecco, io spezzerò il vostro braccio e spanderò sulla vostra faccia escrementi, gli escrementi delle vittime immolate nelle vostre feste solenni, perché siate spazzati via insieme con essi. Per infilarti la Madonnina devi perciò farlo con dolore, storcerai il braccio quasi fino a spezzarlo per evitare nel modo più assoluto che Ella stia sopra di te, le sporcherai la faccia coi tuoi escrementi, escrementi prodotti dalla vittima solenne del sacrificio eucaristico, immolato per noi, Nostro Signore Gesù, perché i nostri peccati siano spazzati via proprio con tali escrementi.
Ma per fare questo, prima di penetrarti, speriamo tu abbia lubrificato a dovere il volto della madonnina, cosa necessaria perché la penetrazione arrechi sollievo alla tua afflizione: (Gdt 16,7) Ella depose la veste di vedova per sollievo degli afflitti in Israele, si unse il volto con aromi. Nulla di male dunque se, alla fine, il volto della madonnina ne risultasse scurito: (Gb 30,28) Avanzò con il volto scuro.
Se il Suo volto ti giudicherà senza peccato, i suoi occhi vedranno finalmente giustizia per il tuo sfintere, liberandolo: (Sal 17,2) Dal tuo volto venga per me il giudizio, i tuoi occhi vedano la giustizia.
E non temere di gridare, non vergognarti, perché è scritto dei santi, fra cui la Madonnina, (Sal 22,25) il proprio volto non gli ha nascosto ma ha ascoltato il suo grido di aiuto.
Capiamo infine un tuo eventuale timore riverenziale per avere piegato verso il basso il volto della mammina santissima, ma scopriamo che nella Bibbia è scritto ben 61 volte che è azione santa piegare “la faccia a terra”: e cosa può rappresentare la terra se non gli escrementi eucaristici? Ricordiamo infatti che il popolo si inchina alla terra osannando il Signore e dando fiato alle trombe! Scorreggiare nel nome del Signore in tali frangenti è quindi cosa sante e ricca di benedittanza: (1Re 18,39) A tal vista, tutto il popolo cadde con la faccia a terra e disse: «Il Signore è Dio! Il Signore è Dio!». (1Mac 4,40) si prostrarono con la faccia a terra, fecero dare i segnali con le trombe e alzarono grida al Cielo.
Possiamo concludere quindi con certezza che la Benedittanza rifulge sul tuo sfintere anale, fratello.

Benedittanza

Quanta le acquasantiere in attesa di donare sollievo ai santi orifizi dei peccatori pentiti
Quanta le abluzioni anali delle sorelle in Cristo bisognose di benedire i propri orifizi
Quanta i salvati dalla costipazione grazie alle bottigliette di acqua di Lourdes

Tancredi

11 commenti:

  1. Questa esegesi è degna d'esser recitata a memoria da ogni buon cristiano che assurga a definirsi tale.
    Voglio condividere con voi la gioia datami dall'andare di corpo regolarmente, più volte al giorno, come segno della mia devozione al verbo divino.
    Che la benedittanza, densa e biancastra, non manchi mai di ricoprirvi copiosamente.
    S L G C

    RispondiElimina
  2. La flatulenza violenta è considerata peccato agli occhi di nostro signore?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fratello anonimo in Cristo, non hai evidentemente letto l'articolo fino in fondo: dal primo libro dei Maccabei leggiamo (1Mac 4,40) "si prostrarono con la faccia a terra, fecero dare i segnali con le trombe e alzarono grida al Cielo". è quindi in Signore che te lo ordina, quando sei seduto sul cesso e ti pieghi in avanti per spingere meglio, porta il capo fino a terra e scorreggia dando fiato alle trombe e alzando grida al cielo osannando a gran voce il Suo nome.
      Benedittanza!

      Elimina
  3. I sacramentali sono segni istituiti dalla Chiesa. Sono una preghiera di impetrazione della Chiesa perché i fedeli possano ottenere effetti spirituali e siano preparati a ricevere la grazia sacramentale e/o a rispondervi. Con i sacramentali il cristiano beneficia dei beni spirituali che la Chiesa custodisce come un tesoro, beni che Dio ha dato alla Chiesa perché li amministri a favore dei suoi figli.

    Uno dei sacramentali è l’acqua benedetta. Questo sacramentale, come qualsiasi altro, esprime effetti SPIRITUALI, aiuta a santificare le varie circostanze della vita e impetra i benefici di Dio per la sua gloria. Sono questi gli unici fini dell’acqua benedetta e di tutti gli altri sacramentali.

    L’acqua benedetta è una protezione efficace contro l’influsso del diavolo. Diceva San Josemaría Escrivá: “Mi chiedi perché ti raccomando sempre, con tanto impegno, l’uso quotidiano dell’acqua benedetta. Potrei offrirti molte ragioni. Ti basterà sicuramente questa della santa di Avila: ‘Da nulla fuggono i demoni, e per non far ritorno, più che dall’acqua benedetta’ (Cammino 572)”.

    E se la materia (il santo Crisma o l’acqua benedetta, ecc.) ha una certa influenza, ad esempio nell’espellere i demoni, non è per la sua materialità in sé, ma perché la Chiesa ha unito a questa materia un potere spirituale nel benedirla.

    Chiunque può consacrare, benedire ed esorcizzare con acqua benedetta? No. Queste azioni (consacrare, benedire ed esorcizzare) sono riservate a un ministro ordinato e/o amministrate sotto il suo orientamento.

    Da parte del fedele, l’acqua benedetta si può usare direttamente per:

    * Pensare a Cristo: L’acqua benedetta permette che i fedeli pensino a Cristo ed entrino in contatto con Lui. Egli stesso si fa chiamare “acqua viva” (Gv 4, 13-14).

    * Ricordare la propria dignità battesimale: l’acqua benedetta ci rimanda al nostro Battesimo, il momento in cui entriamo a far parte della famiglia di Dio essendo riconosciuti come suoi figli.

    * Farsi il segno della croce: Visto che il potere sacerdotale lascia un’influenza sull’acqua benedetta, farsi il segno della croce con questa acqua ci porta grazie divine attraverso la preghiera della Chiesa.

    Fin qui abbiamo parlato dell’uso corretto, lecito e sano dell’acqua benedetta. In tutto ciò che esula da quanto detto, l’uso dell’acqua benedetta è illegittimo.

    L’uso scorretto dei sacramentali è ciò che fa sì che i non cattolici screditino la Chiesa. Per attaccare la Chiesa e negare l’azione della Chiesa voluta da Cristo, i non cattolici si basano proprio sugli abusi e sull’uso scorretto dei sacramentali. Dobbiamo conoscere bene l’uso e la funzione dei sacramentali, e in concreto soprattutto dell’acqua benedetta, così come bisogna far conoscere a chi non lo sa cosa significhino davvero.

    L’uso dell’acqua benedetta da parte del fedele deve essere effettuato con prudenza, responsabilità e criterio, allontanando qualsiasi uso superstizioso.

    Si cade nella superstizione quando si usano i sacramentali e anche i sacramenti stessi per fini estranei al sano e corretto sentimento religioso.

    Si cade nella superstizione quando si attribuiscono all’acqua benedetta poteri magici, quando le si dà un carattere medicamentoso o quando si assumono farmaci insieme ad essa, ecc.

    Quando si ha una solida formazione cristiana, quando diamo alla Parola di Dio il suo posto, quando viviamo i sacramenti, quando viviamo coerentemente una fede corretta in comunione con la Chiesa, vediamo che non c’è spazio per le superstizioni (Atti 19,18-20).

    Diceva G. K. Chesterton: “Smettete di credere in Dio e crederete a qualsiasi cosa”. Noi cristiani, credendo nella divina provvidenza, dobbiamo essere responsabili delle nostre azioni, e se preghiamo a Dio per le nostre necessità lo facciamo sapendo che Dio sa cosa sia meglio per ciascuno e accogliamo la sua divina volontà.

    RispondiElimina
  4. Sono propenso a ritenere corrette le osservazioni di sorella Roberta riguardanti l’uso dell’acqua benedetta somministrata a fini purganti per via rettale mediante clistere anche perché, non possedendo alcuna prerogativa emolliente; l’effetto evacuativo dovrebbe essere ascritto a ragioni miracolose; che ovviamente non nego, ma sulle quali Santa Madre Chiesa si è sempre espressa ispirandosi alla Santa virtù della prudenza.
    Orbene vorrei a questo proposito conoscere l’opinione dei nostri Santi esegeti in merito alla efficacia di una prassi largamente praticata, a scopi preventivi più che terapeutici (si sa che è meglio prevenire che curare), ai seminaristi da parte dei Sacerdoti più maturi e consistente nella IMMISSIO PENIS IN CLUNEM, a cui immagino si sottoponga anche il nostro caro fratello in Cristo, Padre Massimo Biancalani.
    Vorrei ricordare infine l’utilità della preghiera con cui ogni stitico dovrebbe rivolgersi fiducioso alla SALUS INFIRMORUM, Vergine Santissima e protettrice di tutti i sofferenti.

    Ci rivolgiamo a te o Madre della Pietà,
    che sai precorrere i nostri bisogni
    e sai ascoltare anche il gemito nascosto,
    che non ha più parole e lacrime.
    Soccorrici e intercedi per noi
    nelle prove e nelle tribolazioni della malattia,
    donaci in ogni momento il coraggio e la pazienza.
    AMEN.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fratello in Cristo Zaratù, La prudenza in effetti è d'obbligo e precorrere è sempre meglio che metterci una pezza quando il problema risulta oramai grave.
      Ma come hai potuto leggere, il fratello Pio Bernardo ha avuto un grave problema: il corpo di Cristo lo ha infatti riempito per giorni e giorni ed il suo amore per il Signore impediva al suo fisico di rilasciare gli sfinteri rischiando di farlo esplodere. La soluzione da lui tentata ha invece dato i suoi frutti a riprova che, quando chiedi il miracolo al Signore, se lo fai con fede profonda, il Signore ti accoglie. L'acqua santa d'altra parte è commercializzata da Vaticano in comodi microclismi a forma di madonnina proprio perchè infilarsi nel culo il Suo dolce volto, Le consente di osservare direttamente la fonte del problema ed "ascoltare il grido di aiuto". Quello che viene perciò erogato dal meraviglioso prodotto MARILAX (così chiamato in onore a Maria, madre di Cristo) è quindi proprio miracolo e non effetto lassativo che della pur sana H2O non potrebbe avere.
      Come tu stesso fai notare, è infatti prassi sbloccare i problemi intestinali dei giovani seminaristi con rudi immissioni di benedittanza direttamente dal corpo di Cristo ovvero dalle protuberanze cavernose di chi ne fa le feci, ovvero i sacerdoti più anziani, con effetti ancora più miracolosi di quelli dell'acqua santa (infatti, seppure per interposta persona, è direttamente Cristo ad osservare e non la sua Mammina Celeste).
      D'altra parte, se è vero che pre-venire è meglio che inculare, una sana sturata di culo, in caso di stitichezza, è meglio di un'eiaculazione precoce.
      Benedittanza!

      Elimina
  5. Sono commosso... vi rammenterò nelle orazioni della sera e del mattino.
    Pio Bernardo

    RispondiElimina
  6. cari fratelli in dio, non dirò nulla dell'ultima questione afrontata da questo blog, perchè il di piu' è superfluo.
    Voglio ricordare soltanto che i consigli saggi, che vengono elargiti a piene mani da questo blog, stanno pian piano facendo breccia nel mondo.
    Ho letto infatti che una signorina, di nome tracey kiss, ogni mattina per rinforzare il suo sistema immunitario ingurgita beveroni di frutta e sperma.
    Proprio ciò che insegna questo santo blog, per non disperdere il seme, secondo la parola del signore.La santità della parola del signore comincia a fare breccia nel mondo impuro e corrotto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fratello in Cristo Nino, Che in Signore ti ricopra sempre della Sua Benedittanza appiccicaticcia e biancastra come la manna sulle capocce degli Ebrei che sbagliavano nel deserto! La tua testimonianza sia di monito ai peccatori spargitori di sperma!

      Elimina
  7. Oltre a surrogatori del purgante, esistono anche quelli per le disfunzioni erettili? Mi riferisco a quelli benedetti da Santa Madre Chiesa, naturalmente. Sinora ho visto solo innocenti supporti grafici: santini con l'immagine di putti e angeli, ma questi servono per pedofili e omosessuali. Non c'è davvero niente per gli etero?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fratello in Cristo Zaratù, Quando l'acqua santa fallisce (da fallo liscio ovvero mollo a causa della fredda temperatura) occorre affidarsi agli scienziatei (destinati alle fiamme dell'inferno in quanto uomini di poca fede, ma strumenti del Signore): il Signore ci manda tramite loro il Viagra, come ci insegna il grande Moreno http://rispostecristiane.blogspot.it/2011/09/la-disfunzione-erettile-il-viagra-e-la.html e le punture peniere di papaverina! affidati ai doni del Signore ai doni della scienza perché è Lui che ce li ha mandati, come l'aspirina per il mal di testa, l'antalgil per i dolori mestruali, i vaccini per le malattie mortali! chi rifiuta i Suoi doni è destinato alle fiamme dell'inferno come gli scienziatei stessi che li hanno inventati per Suo volere! percuoti il viso della tua amata con un membro eretto nel nome del Signore "sempre duro contro il muro!" dice il Signore! benedittanza a te fratello!

      Elimina

Cari fratelli e sorelle in Cristo, i commenti saranno moderati per evitare che eventuali intemperanze possano offendere i nostri lettori più sensibili. Sappiatevi regolare.