Cerca le Santissime Risposte

giovedì 23 novembre 2017

Come fermare la profanazione dei simboli religiosi in vetta?

«
Carissimo Moreno,
permettimi di darti del tu come si fa tra alpinisti, infatti so che anche tu sei appassionato di montagna.

Ti scrivo per segnalarti l'ennesima profanazione perpetrata ai danni di un simbolo religioso: nella notte tra il 6 e il 7 ottobre, la croce sulla cima della Grigna Meridionale (2184 m) è stata abbattuta, e la statuetta della Madonna decapitata.

La croce si trovava lì dal 1947, senza che alcuna intemperia naturale l'avesse mai danneggiata, ma ora una mano sacrilega ne ha fatto scempio.

Cosa possiamo fare per mettere un freno a questa scellerata mania di distruggere i simboli religiosi posti sulle vette delle montagne?

Che il tuo angelo custode tenga saldi i tuoi scarponi,
Roberto
»

Carissimo Roberto, fratello in Cristo, sì, sono anch'io appassionato di montagna, e conosco bene la Grigna che ho scalato tante volte: sono affranto da questa notizia.

Riepilogo brevemente alcuni episodi recenti di vandalismo sacrilego sulle vette delle montagne.


  • Nel luglio 2007, una simpatica statuina del Buddha che si trovava su di un altarino di granito presso la vetta del Badile (3308 m) è stata frantumata e gettata nel baratro.
  • Nel settembre 2015, la croce luminosa in vetta al monte Bolettone (1320 m) è stata messa in cortocircuito.
  • Nell'ottobre 2015, il Liscafisso Pastafariano posto presso la vetta del monte Dolada (1938 m) è stato asportato da un sedicente "nucleo delle Brigate Verdi per la montagna selvaggia".
  • Nel novembre 2015, ancora le Brigate Verdi hanno divelto la croce in acciaio inox posta sulla vetta del Dolada e l'hanno fatta rotolare per diversi metri lungo il versante nord.
  • Nel dicembre 2015, la croce in ferro che svettava sulla cima del Cornet (2180 m) è stata divelta e gettata in un dirupo.
  • Nel luglio di quest'anno, la croce in ferro posta sulla cima del monte Ventasso (1737 m) è stata abbattuta.
  • Nell'agosto di quest'anno, la croce metallica fissata sulla vetta della Dent d'Herens (4171 m) è stata tranciata con una smerigliatrice angolare e gettata lungo la parete nord.
  • E adesso persino la vecchia croce della Grignetta, forgiata a mano col ferro delle fonderie lecchesi, è stata abbattuta. Per colmo di empietà, è stata anche decapitata la statuina della Santissima Vergine Maria.

Questi sono solo alcuni episodi, ma già così è evidente che il vandalismo blasfemo si sta rapidamente intensificando.

Chi può essere così irriverente da colpire senza ritegno i simboli religiosi a cui tante persone sono devote?

Di quale imperdonabile peccato si rendono colpevoli costoro?

Leggiamo cosa dice la Bibbia.

Chi distrugge una croce o un crocifisso nega Cristo, rifiuta la Sua salvezza e bestemmia lo Spirito Santo. "In verità vi dico: ai figli degli uomini saranno perdonati tutti i peccati e qualunque bestemmia avranno proferita; ma chiunque avrà bestemmiato contro lo Spirito Santo, non ha perdono in eterno, ma è reo di un peccato eterno." (Marco 3,28-29).

Quello che possiamo e dobbiamo fare, caro Roberto, è individuare gli autori di questi gesti sacrileghi, affinché si possano pentire e, attraverso il perdono di Gesù, aprire i loro cuori alla salvezza.

Come ha scritto giustamente il Club Alpino di Lecco, "la Grigna ha occhi ed orecchie": perciò non sarà difficile individuare gli autori di questa empietà. Una volta individuati, li si potrà convincere a pentirsi e a rimediare al malfatto. La Chiesa da sempre conosce i metodi adatti.

Non mi resta che auspicare uguale soluzione per chi ha commesso altre simili infamie, come i vandali del Dolada, che hanno dimostrato particolare accanimento contro ogni simbolo religioso.

La benedittanza si sparga come polvere di magnesite sugli appigli levigati dal passaggio di mille climber,
Moreno

mercoledì 15 novembre 2017

Conoscenza in senso biblico: trombare o studiare?

«
Fratelli in Cristo,
ho avuto una discussione con atei e miscredenti i quali sostengo che la conoscenza per noi credenti è il male, infatti Dio non voleva che la avessimo e ce la siamo presa con l'inganno obbedendo al serpente.
Io ho sempre pensato che la conoscenza della mela di Adamo ed Eva fosse quella carnale e che nulla avesse a che fare con la conoscenza scientifica e la cultura: cosa devo pensare?
ditemi come rispondere a questi bestemmiatori infami
Caio
»

venerdì 27 ottobre 2017

Halloween: Sì o No? Basta scegliere le zucche giuste!

«
 Cari fratelli,
come tutti gli anni vengo tormentato dalle mie figlie che vogliono un costume da streghe, non più per andare in giro la notte di Halloween ad estorcere dolci agli anziani, ma per andare in una Chiesa a ricordare i loro cari che non sono più con noi (The Church Village, mi pare si chiami il posto).
Sono ormai in età da liceo ed i costumi che vorrebbero non sono propriamente castigati! Ti mando la foto che si sono fatte nel camerino del negozio.
Cosa devo fare? è veramente peccato come dicono i nostri santi Vescovi? Non è in fondo solo la festa dei morti con un altro nome?
Aiutatemi!
Sempronio

»

sabato 21 ottobre 2017

Ma che mal di testa! Sfondagliela a nerchiate: Dio lo vuole!

«
Fratelli in Cristo,
da un po' di tempo non riesco più ad avere rapporti con mia moglie.
Ogni volta che provo a puntellarle la minchia nella schiena, si gira un attimo, mi sorride con sguardo contrito per vantare un terrificante mal di testa, mi ridà le spalle, recita rapidamente un ave e un pater e comincia quasi istantaneamente a russare come una segheria canadese.
A volte mi sento le palle scoppiare: cosa devo fare andare al cesso e farmi un raspone, andare a puttane, trombarmi la moglie di suo fratello che mi fa piedino ogni volta che siamo a pranzo dalla suocera o metterla di fronte ai suoi doveri coniugali (la mia minchia tosta) fottendomela contro la sua volontà?
Cosa vuole il Signore?
Ditemi la cosa giusta!
Con devozione
Simeone
»

martedì 3 ottobre 2017

Acqua benedetta, clisteri e costipazione cristiana

« 
Cari fratelli in Cristo che così bene spiegate a noi meno dotti i misteri della Fede, il mio quesito è questo: soffrendo di ricorrente costipazione e stitichezza, mi succede di non riuscire a defecare anche per dieci giorni di seguito, ma essendo devoto mi reco tutti i giorni a messa dove prendo l'eucarestia. Ho pensato che tenere dentro di me tutto quel corpo di Cristo per così tanti giorni non faccia piacere a Dio quindi ho provato a purgarmi, ma con liquidi adeguati;

venerdì 8 settembre 2017

Il Corpo di Cristo va nello sciacquone? Digestione cristiana e merda eucaristica

«
Fratelli esegeti,
Uno degli ultimi articoli offre tantissimi spunti di studio e meditazione, ma uno di questi provoca grande turbamento al mio spirito: si tratta della Santa Eucaristia. Il grano e il vino trasformati nel corpo e nel sangue di nostro Signor Gesù Cristo.
Non mi riferisco, ovviamente, al mistero della transustanziazione che tra i tanti doni che Gesù ci elargisce è il più generoso: il Suo Santissimo corpo che, assimilato nel nostro attraverso l’Eucaristia, purifica e santifica la nostra anima.
Sto parlando del processo digestivo che l’Ostia Santissima subisce durante il transito intestinale che la trasforma in escrementi.

sabato 19 agosto 2017

Fetore anale secondo le Scritture

«
 Cari fratelli,
un annoso quanto anoso problema mi affligge: la mia fidanzata da un po’ di tempo è diventata inavvicinabile. Io, essendo sempre con lei, ci ho fatto l’abitudine, ma gli amici non riescono più a sopportarla e inventano le più bieche scuse per evitare di frequentarci.
Oramai siamo rimasti soli ed, in effetti, devo fare attenzione ad evitare di respirare aria troppo pura e poi avvicinarmi repentinamente a lei perché, allora si che anche io, effettivamente, me ne accorgo.
Dimenticavo, il problema è il fetore! Le puzza il sedere in un modo insopportabile!

martedì 8 agosto 2017

Perdonare gli atei che bestemmiano la Madonna?

« 
Carissimi fratelli,
l'altro giorno un conoscente ateo ha tirato giù un bestemmione terrificante pieno di astio e livore contro la mammina celeste del nostro Salvatore.

domenica 4 giugno 2017

Profanare un Corano è peccato?



«
Cari Esegeti di Risposte Cristiane,
sono una ragazza all’ultimo anno di Ragioneria e mi sono innamorata di un mio compagno di classe, di nome Aiman.
Credo abbiate capito perché vi scrivo: il ragazzo che mi piace è musulmano. No, non fraintendetemi, il problema non è la sua religione, né che magari mio papà non condivida, perché io ho sempre avuto un sacco di amici di tutte le religioni (musulmani, sick, indù e uno persino shintoista), e hanno pure frequentato casa mia. E poi il ragazzo che mi piace non è straniero, ma italiano: perché è nato in Italia e ha cittadinanza italiana (già vota!), e anche se i suoi sono marocchini, lui ha la pelle più chiara di certi nostri compagni meridionali! Inoltre, come tutti i ragazzi italiani, veste in jeans e maglietta, va in discoteca, gioca a calcio, si vanta di aver fatto sesso; solo che lui in più non mangia carne di maiale, va in moschea, sa l’arabo e fa il ramadan, come tutti i miei amici di religione diversa.


martedì 16 maggio 2017

Corpi gloriosi ed emissione seminale: Gesù, dopo la resurrezione, eiaculava?

«
Cari esegeti (che il Signore vi conservi belli e sani!), studiando in internet, come dovere di ogni buon cristiano imparato in teologia all’Università della Vita, giorni fa sono incocciato in un dialogo religioso di quelli che poi ti chiedi: “ma come ho fatto a vivere fino a ieri senza sapere tutto questo?”; un credente chiedeva a un padre Domenicano, sicuramente anch’egli, come voi, illuminato da Nostro Signore, se era normale che Gesù avesse mangiato dopo la sua risurrezione.
Pare infatti che i corpi dopo l’assunzione in paradiso, diventino “gloriosi” in quanto un corpo materiale, dopo essere stato presente alla gloria del Signore, perde quelle caratteristiche fisiche che ne producono cambiamenti nel tempo e diviene perfetto, eterno e immutabile a gloria del Signore stesso.